Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Alessandria

Fondazione Tra verso la liquidazione: "scelta inevitabile"

Con il disimpegno della Regione Piemonte, la Fondazione Tra, teatro alessandrino, va verso la liquidazione. "Cercheremo nuove soluzioni", promette il sindaco Rita Rossa. E intanto è pronto il cartellone dell'ultima stagione teatrale
ALESSANDRIA - E' un destino ormai segnato quello di Tra, teatro regionale alessandrino. “La Regione Piemonte, con una lettera a firma dell'assessore Coppola, ha comunicato di volersi sfilare dell'impegno ed annuncia il dimezzamento del contributo per l'anno 2012 e l'uscita dalla Fondazione nel 2013”. Lo ha detto il sindaco Rita Rossa il giorno in cui veniva presentato il cartellone degli spettacoli per la stagione 2012-2013. Quest'anno dalla Regione arriveranno quindi 273 mila euro. Conferma l'impegno la Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria, con i suoi 100 mila euro. “Nel bilancio riequilibrato, avevamo intenzione di stanziare 500 mila euro nonostante ci fosse il rischio che il Ministero degli Interni, che deve passare al vaglio il nostri conti, non facesse rientrate questa funzione tra le obbligatorie. Per noi, tuttavia è e resta prioritaria, ma venendo meno l'impegno delle Regione automaticamente si svuota l'esistenza stessa della Fondazione”, spiega il sindaco. Sul piatto restano anche quei 3 milioni circa di debito di palazzo Rosso verso Tra. 
La mossa di Torino non arriva inaspettata. Lo ammette anche Rita Rossa. “Era nell'aria da luglio”, ma la comunicazione è arrivata solo in questi giorni. Inevitabile, quindi, la convocazione dell'assemblea dei soci che sarà chiamata a deliberare, giocoforza, la messa in liquidazione.
“Noi del Cda – ammette Daniela Zaio, rappresentante del comune di Valenza all'interno del Consiglio di amministrazione presieduto da Nuccio Lodato – ci sentiamo inutili. Non abbiamo approvato neppure il bilancio 2012, poiché non ce ne erano le condizioni. Abbiamo tentato attraverso un tavolo tecnico di capire quale fosse il bandolo della matassa ma abbiamo registrato una defezione dietro l'altra e questo punto non resta che voltare pagina”.
Il canto del cigno di Tra, che si è appoggiato ad Aspal (nella foto il direttore Anna Tripodi con il sindaco Rossa), è l'ultima stagione 2012-2013 “Una nuova stagione insieme”. E anche l'ultima. Il teatro non scomparirà comunque da Alessandria. “Il teatro è cultura e la cultura è libertà. Per questa amministrazione è, e resta, una funzione prioritaria. Si tratterà di trovare nuove strade da percorrere”, dice il sindaco.
Rossa parla di “anno zero”. Anche perchè a primavera verrà probabilmente restituito l'immobile la cui bonifica dall'amianto è in fase avanzata. Ma perchè il comunale non rischi di rimanere una scatola vuota, occorre trovare le forze per farla rinascere, davvero. “Faccio appello a tutte le forze della città, alle fondazioni della compagnia di San Paolo e della Cassa di risparmio di Torino, oltre alla fondazione Cral che ha sempre risposto ai nostri richiami, affinché siano nostri interlocutori per risollevare il teatro", dice ancora Rita Rossa.
Il pensiero corre ai 15 dipendenti in cassa integrazione che rischiano di pagare più di altri la pesante situazione. “Hanno dimostrato in questi mesi un impegno e una dedizione che nasce solo dall'amore per la cultura”. Con gli occhi velati da lacrime di commozione il sindaco li ringrazia con la promessa che “non ci arrenderemo”. Non di commozione ma di paura, invece, le lacrime dei 15 dipendenti che hanno, nonostante tutto, lavorato all'organizzazione della stagione.
Mercoledì 12 l'assemblea dei soci Tra reciterà il de profundis della Fondazione e per loro si apre la strada dell'incertezza. L'unico lumicino sembra rappresentato dall'azienda speciale Costruire Insieme nel cui statuto l'amministrazione ha fatto inserire la parolina “cultura”. Sono ipotesi, al momento.
L'ultimo appello Rita Rossa lo lancia alla città affinchè dimostri, partecipando alla stagione, che Alessandria un teatro lo vuole davvero: “solo così potremmo dire che per noi si tratta di un servizio prioritario”
Qui il cartellone completo. La prevendita dei biglietti inizia sabato 8 presso il caffè Marini o direttamente on line. Disponibili anche i pacchetti da sette spettacoli che si terranno all'Alessandrino o al comunale di Valenza. Nel cartellone anche i martedì all'Ambra.
4/12/2012

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook

Notte dei Ricercatori: edizione da record su cibo, salute e ambiente
Notte dei Ricercatori: edizione da record su cibo, salute e ambiente
Sentiero 615: l’itinerario Valenza - Bassignana - Rivarone
Sentiero 615: l’itinerario Valenza - Bassignana - Rivarone
Alecomics: in Cittadella il festival del Fumetto, dell'Animazione e del Gioco Intelligente
Alecomics: in Cittadella il festival del Fumetto, dell'Animazione e del Gioco Intelligente
Alessandria-Livorno, il dopo partita
Alessandria-Livorno, il dopo partita
Sentiero 577: il percorso degli Alpini di Montechiaro
Sentiero 577: il percorso degli Alpini di Montechiaro
Alla Kouchnerova parla delle innovazione del progetto Lara
Alla Kouchnerova parla delle innovazione del progetto Lara
Si avvia il progetto Lara all'ospedale di Alessandria
Si avvia il progetto Lara all'ospedale di Alessandria
Cos'è Rugbytots?
Cos'è Rugbytots?
Pro Piacenza-Alessandria 1-1. Il dopo partita
Pro Piacenza-Alessandria 1-1. Il dopo partita
Presentati i nuovi autobus di Amag Mobilità
Presentati i nuovi autobus di Amag Mobilità