Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Consiglio Comunale

Dup: per la minoranza “poco coraggio e futuro”. Cuttica: “prima la normalizzazione”

Il Documento unico di programmazione (Dup) propedeutico al bilancio di previsione è stato discusso in Consiglio comunale. Per la minoranza: “poco coraggio, poca visione del futuro”. E anche una maggioranza poco coesa. Il sindaco: “prima bisogna portare la città alla normalità”. Non un libro dei sogni, ma quello che si può realizzare
 ALESSANDRIA - Per tutta una settimana gli assessori e i dirigenti per materie di competenza hanno presentato quello che vorrebbero realizzare dal 2018 al 2020 che è contenuto nel Dup, il Documento unico di programmazione che è un documento propedeutico al bilancio di previsione 2018-2020. “E' un work in progress – come lo ha definito il primo cittadino – che non rappresenta la Bibbia ma un documento di passaggio in vista del bilancio che detta quelli che sono però gli obiettivi dell'amministrazione comunale. E la prima fase per Cuttica di Revigliasco sembra essere quella della “normalizzazione” per la città, dopo un periodo di crisi. “Normalizzare situazioni che vanno dalle strade ai tombini, al verde...tutto quello che è vivere una comunità”. Poi secondo il sindaco Alessandria dovrà ricominciare a “muoversi” e a “riabitarsi” facendo leva sul “sentiment” per superare però i confini comunali.

Una visione, quella riportata sul Dup, “scarna, con poco coraggio e poca apertura e rischio sul futuro, sul da farsi per la città” secondo invece la minoranza, dal Partito Democratico al Movimento 5 Stelle. Come a dire, ci si aspettava di più con proposte di più ampio respiro: “ma questo è lo specchio della poca coesione della maggioranza” sostiene l'ex sindaco Rossa.

Intanto quel che è certo, sebbene sia una procedura di legge, il Dup è un documento “già vecchio” quando viene presentato, poiche nell'arco di pochi giorni viene “modificato” dalla nota di aggiornamento e poi ancora trova reale riscontro tra fatti e numeri nel Bilancio di previsione pluriennale. Sarà per questo allora che mancavano alcuni rappresentanti importanti della giunta, come il vicesindaco Davide Buzzi Langhi o il principale esponente del Carroccio Riccardo Molinari? Sta di fatto che per le questione in discussione, questo già non è piaciuto tra i banchi dell'opposizione.

Che non è stata la sola a presentare però delle “proposte di modifica” (emendamenti in gergo) ad Documento unico di programmazione. Anzi anche in questo caso si potrebbe dire essersi trovata in minoranza, poiché un numero maggiore è stato presentato dai partiti di maggioranza che sostengono l'amministrazione comunale, in primis dalla Lega Nord. Tra quelli ritirati (aggiungere alcuni sobborghi per il rifacimento marciapiedi in vie trafficate) e quelli non ammissibili con parere tecnico non favorevole presentati dal gruppo di Barosini SiAmo Alessandria (Bianchini) come quello sulle zanzare o sulla posizione organizzativa da attribuire al Disability Manager, Paola Testa che non è di competenza del Consiglio comunale.

Quello che emerge dagli interventi della minoranza è che “mancano alcune tematiche”, come ad esempio il “tormentone estivo” della giunta di centrodestra sulla sicurezza e poi “non c'è nulla sulla Polizia Municipale” come ha sottolineato Marica Barrera. “Niente sulla Fraschetta” ha aggiunto De Marte (gruppo misto Dema) o sulle politiche sociali (per il capogruppo Pd Berta) e ancora meno su capitoli importanti quali gli indirizzi strategici su “valorizzazione culturale” e “politiche giovanili”. Questi ultimi oggetto di due emendamenti proposti da Vittoria Oneto, che hanno fatto però infuriare il sindaco. “Non può essere un copia incolla del Dup di quando era lei assessore alla cultura. Questo è il nostro indirizzo per il futuro”. E lo scontro si è accentuato su cosa fare nel Teatro comunale. “Forse non avete capito lo spirito del Dup....non bastano tre righe che elencano i nostri patrimoni culturali: bisogna dire ai cittadini cosa si vuole fare al loro interno per valorizzarli” ha ribattuto la Oneto. Insomma una proposta di modifica è stata ritirata dopo essere stata “ri-stravolta” dal sindaco e l'altra è stata totalmente bocciata dall'assessore per le politiche giovani, Fteita.

Su nuovo ospedale e istituzione IRCCS, un centro di ricerca a carattere chimico scientifico su proposta del consigliere Rita Rossa arriva l'ok dell'amministrazione. Che rifiuta invece la proposta di emendamento che puntava a far inserire la “volontà dell'amministrazione ad una revisione generale e strutturale del Piano Regolatore (PRG) e non limitarsi a più veloci ma limitate varianti parziali. “E' una questione temporale: per una rivisitazione completa servono molti anni. Perchè non l'avete fatta voi quando eravate alla guida della città? - incalza Cuttica – E comunque già con le varianti parziali si possono ottenere buoni risultati”. Su questo l'appoggio a Rita Rossa arriva anche dal Movimento 5 Stelle che lo aveva già chiesto e portato all'attenzione dell'assessore Buzzi Langhi in commissione.

A difendere il Dup è stato il capogruppo di Forza Italia Maurizio Sciaudone: “ci accusate di non aver fatto un libro dei sogni? No infatti, abbiamo scelto di scrivere quello che sappiano di poter realizzare. Ci dedichiamo all'ordinario. A fare quello che non è stato fatto per anni....”. E si torna al punto di via, come nel gioco dell'oca: “vogliamo normalizzare” prima di fare grandi progetti. Il Dup è passato con il voto favorevole dei gruppi di maggioranza, e quello contrario dei gruppi di minoranza. 
6/12/2017

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook


Premio “Franco Marchiaro”: Griseri, Massone e Prato sono i vincitori
Premio “Franco Marchiaro”: Griseri, Massone e Prato sono i vincitori
Enzo Paci a SettimoCielo
Enzo Paci a SettimoCielo
“Se stasera siamo qui”: lo spettacolo per l'inaugurazione della mostra
“Se stasera siamo qui”: lo spettacolo per l'inaugurazione della mostra
Alessandria in merda
Alessandria in merda
Alessandria si accende : ecco le luminarie di Natale
Alessandria si accende : ecco le luminarie di Natale
Piacenza-Alessandria 3-2. Il dopo partita
Piacenza-Alessandria 3-2. Il dopo partita
Polizia Penitenziaria protesta davanti alla casa circondariale Catiello Gaeta
Polizia Penitenziaria protesta davanti alla casa circondariale Catiello Gaeta
Manifestazione della Polizia Penitenziaria, situazione insostenibile in Alessandria
Manifestazione della Polizia Penitenziaria, situazione insostenibile in Alessandria
Alessandria-Viterbese, le foto del post partita
Alessandria-Viterbese, le foto del post partita
I Grigi tornano a casa con una serata di gala
I Grigi tornano a casa con una serata di gala