Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Alessandria

Danneggiano il treno e prendono a calci e pugni un passeggero

Denunciati tre giovani per lesioni personali, danneggiamento aggravato e interruzione di pubblico servizio. Sul treno Genova-Torino hanno provocato danni e colpito un uomo che li aveva redarguiti. Prima dell'ingresso in stazione hanno tirato il freno di emergenza e sono scappati ma sono stati rintracciati dai Carabinieri
ALESSANDRIA - Al termine degli accertamenti, i Carabinieri hanno denunciato per lesioni personali, danneggiamento aggravato e interruzione di pubblico servizio tre giovani di 18 e 17, tutti con precedenti di polizia a carico. Il fatto è accaduto intorno alle 19.30 del 12 marzo sul treno che da Genova va a Torino. Su un vagone, una decina di giovani, maschi e femmine, hanno provocato alcuni danni, rompendo delle tendine parasole dei finestrini, lanciando la carta igienica dei bagni, infrangendo una porta a vetri scorrevole di separazione tra vagoni. Questi atti di vandalismo sono stati notati visti da un viaggiatore di Alessandria che ha redarguito i giovani in maniera energica, senza però ottenere risultati. Dalle parole ai reciproci insulti, poi è nato uno scontro fisico tra il gruppo e l’uomo. I giovani hanno avuto la meglio sull’uomo che è stato colpito con calci e pugni, provocandogli delle lesioni che sono state successivamente curate dal personale del 118.

Dopo tale aggressione, l’uomo è riuscito ad allontanarsi e a contattare il capotreno che, a sua volta, ha avvisato la polizia ferroviaria di Alessandria, ma pochi minuti dopo il treno si è fermato all’altezza di via Viora perché qualcuno dei giovani aveva tirato il freno di emergenza. Un testimone li ha visiti azionare il freno, aprire una delle porte del treno e scappare verso la staccionata che delimita la ferrovia, scavalcandola. Le gazzelle del Radiomobile, allertate tramite la Polfer, hanno attivato le ricerche nella zona di fuga, intercettando in via Capriolo tre di loro, già ben conosciuti perché coinvolti i numerosi reato, i quali corrispondevano alle descrizioni di alcuni degli autori dei fatti. Dagli accertamenti successivi, i tre sono risultati coinvolti in quanto accaduto sul treno e per tale motivo sono stati denunciati alle Autorità Giudiziarie ordinarie e minorile per quanto commesso.
20/03/2017

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook


Sentiero 413: sul Monte Pracaban partendo dalle Capanne di Marcarolo
Sentiero 413: sul Monte Pracaban partendo dalle Capanne di Marcarolo
Sentiero 403: sul Monte Tobbio partendo da Voltaggio
Sentiero 403: sul Monte Tobbio partendo da Voltaggio
Sentiero 273: da Grondona a Persi attraversando la valle Spinti
Sentiero 273: da Grondona a Persi attraversando la valle Spinti
Sentiero 260: da Pertuso a Roccaforte attraversando la val Borbera
Sentiero 260: da Pertuso a Roccaforte attraversando la val Borbera
Salernitana-Alessandria, il dopo partita
Salernitana-Alessandria, il dopo partita
Sentiero 245: sul Monte Antola partendo dalla val Borbera
Sentiero 245: sul Monte Antola partendo dalla val Borbera
Sicurezza, immigrazione e disabilità: intervista all'assessore Alessandro Rolando
Sicurezza, immigrazione e disabilità: intervista all'assessore Alessandro Rolando
Piazze affollate per gli eventi dell'estate alessandrina
Piazze affollate per gli eventi dell'estate alessandrina
Monica Massone, il teatro e lo spettacolo Solo una vita
Monica Massone, il teatro e lo spettacolo Solo una vita
Riccardo Bellini e Benedetta Pallavidino, vincitori del premio Ferrero 2015, parlano della nuova edizione
Riccardo Bellini e Benedetta Pallavidino, vincitori del premio Ferrero 2015, parlano della nuova edizione