Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Alessandria

Cortili e chiese aperte per la Festa del Borgo storico

Il 20 e il 21 maggio torna la Festa di Borgo Rovereto, con le immancabili bancarelle, musica ad ogni angolo, arte, sfilate, show. Piazza Santa Maria di Castello tutta nuova diventa l'agorà per tante iniziative
ALESSANDRIA - La Festa di Borgo Rovereto era nata 23 anni fa per far conoscere meglio una parte di città, la più antica e ricca di storia, ma fino ad allora anche quella meno 'pubblica', troppo discreta, quasi inaccessibile nel suo melting pot di culture e generazioni. Quest'anno gli organizzatori vogliono riprendere un po' la sua connotazione cultural-sociale, che nel susseguirsi delle edizioni era stata sopraffatta dalla parte di pura vendita (bancarelle). 

Sabato 20 e domenica 21 si ripropone l'appuntamento con un ricco cartelone di eventi e momenti di intrattenmento vario, nell'anno della rinnovata piazza Santa Maria di Castello, tornata vivibile e libera dalle auto, ombelico del Borgo. Da tradizione si aprono i cortili per ospitare musica, sfilate, mostre o esposizioni artigianali. Non si può parlare di vere e proprie novità in vista, visto che la Festa segue un suo canovaccio molto collaudato. Tra le variazioni sul tema: maxi opere realizzate dai detenuti (in via Volturno), le chiese aperte e visitabili con la guida, alcuni cortili nuovi e musica itinerante (domenica 21 in Camera di Commercio, concerto swing-jazz alle 18).

Festa All'Enaip con dimostrazioni pratiche dei corsi di cucina e sfilata 'acconciatra in piazza' (sabato alle 21, piazza S. M. Castello) curata dagli allievi. E tanta musica in ogni via. Non macheranno, come al solto, le bancarelle d'ogni genere. "Vi invitiamo a vivere e scoprire gli angoli del Borgo", dice Mariella Bertolotti, presidente dell'associazione Commercianti di Borgo Rovereto.

Segnaliamo di curioso: drag queen show (sabato, piazza S.M. Castello), le dame di Camelot (chiostro S.M. Castello, sabato 15-17), mostra di Ugo Nespolo e Fiorenzo Casarano in via Verona, cortili aperti in via Milazzo.

"Alessandria si è svegliata dal torpore grazie alle iniziative dei commercianti", commenta il presidente Gian Paolo Coscia della Camera di Commercio, riferendosi a questa e ad altre iniziative organizzate decisamente meglio da quando vengono curate direttamente dai negozianti.
 
19/05/2017

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook

Sentiero 615: l’itinerario Valenza - Bassignana - Rivarone
Sentiero 615: l’itinerario Valenza - Bassignana - Rivarone
Alecomics: in Cittadella il festival del Fumetto, dell'Animazione e del Gioco Intelligente
Alecomics: in Cittadella il festival del Fumetto, dell'Animazione e del Gioco Intelligente
Alessandria-Livorno, il dopo partita
Alessandria-Livorno, il dopo partita
Sentiero 577: il percorso degli Alpini di Montechiaro
Sentiero 577: il percorso degli Alpini di Montechiaro
Alla Kouchnerova parla delle innovazione del progetto Lara
Alla Kouchnerova parla delle innovazione del progetto Lara
Si avvia il progetto Lara all'ospedale di Alessandria
Si avvia il progetto Lara all'ospedale di Alessandria
Cos'è Rugbytots?
Cos'è Rugbytots?
Pro Piacenza-Alessandria 1-1. Il dopo partita
Pro Piacenza-Alessandria 1-1. Il dopo partita
Sentiero 537: da Acqui Terme al borgo di Cavatore
Sentiero 537: da Acqui Terme al borgo di Cavatore
Presentati i nuovi autobus di Amag Mobilità
Presentati i nuovi autobus di Amag Mobilità