Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Alessandria

Dissesto: i primi commenti

Dopo la notizia della decisione della Corte dei Conti, diverse le reazioni del mondo politico alessandrino. M5S: "Massima preoccupazione per le conseguenze a carico dei cittadini". Pd: "Responsabilità ben precise"
Dopo la pronuncia della Corte dei Conti in merito allo stato di dissesto del Comune di Alessandria, non si sono fatte attendere le dichiarazioni del mondo politico della città. 
Alle prime reazioni, giunte già nel pomeriggio di giovedì, si uniscono le voci del Movimento 5 Stelle e del Partito Democratico. 

"Sulla base delle notizie disponibli circa la Delibera n. 260/2012 della Corte dei Conti sulla situazione di disseto, - dice il gruppo consigliare MoVimento 5 Stelle - esprimiamo massima preoccupazione per le gravi conseguenze a carico della cittadinanza tutta che dovrà subire un aumento di tutte le tariffe.
Inoltre i creditori pubblici e privati del comune rischiano di vedersi ridotti i loro crediti. Anche i dipendenti del comune vedranno decurtato il salario accessorio.
Ognuno dovrà assumersi le proprie responsabilità nelle forme e nelle sedi competenti. Noi vigileremo su chi si è reso responsabile di tale situazione affinchè ne subisca il giusto e dovuto onere, invitando l'ammistrazione ad agire in tal senso"

"La notifica da parte della Corte dei Conti, relativa alla situazione finanziaria del comune di Alessandria, - dichiara il Partito Democratico -  è l'inevitabile epilogo di cinque anni di amministrazione negativa"
"Quello che si può certamente dire - proseguono - è che le responsabilità sono ben precise, sono assolutamente fuori luogo le dichiarazioni dell' ex sindaco che attribuisce addirittura il dissesto ai primi provvedimenti della nuova giunta, che, in una situazione grave come quella che ci siamo trovati, sono viceversa necessari e coraggiosi."
"Siamo all'Anno Zero per Alessandria, - concludono - un termine che non è esagerato, al quale siamo giunti dopo gli sprechi e gli errori di questi anni. Le conseguenze per la città saranno purtroppo pesanti e andranno a colpire le cittadine e i cittadini di Alessandria in un periodo di crisi generale. Ripartire non sarà facile, ma una chiara delimitazione va fatta tra l' esperienza passata e chi cerca di rimettere assieme i cocci." 

Le parole giunte subito dopo l'arrivo della notizia... 

Mara Scagni: ""purtroppo è andato tutto come avevo previsto, e ora per Alessandria si annunciano mesi tremendi"

Riccardo Molinari: "Sono stufo di sentirmi dire avevate ragione"

Piercarlo Fabbio: "questa scelta della Corte è conseguenza dei primi atti della Giunta Rossa"

Ezio Brusasco: "l'epilogo di una vicenda che era sotto gli occhi di tutti"

Paolo Filippi: "non si permetta Fabbio di equiparare Comune e Provincia"

Qui tutti gli interventi completi. 

Qui la lettera inviata da Mario Bocchio: "Un dissesto costruito di cui la città non ha bisogno"

 

30/06/2012

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook


Centri sportivi: dalla Giunta la proposta per la ricerca di un partner privato
Centri sportivi: dalla Giunta la proposta per la ricerca di un partner privato
Alessandria-Arezzo 2-3. Le foto di Gianluca Ivaldi
Alessandria-Arezzo 2-3. Le foto di Gianluca Ivaldi
Inaugurato il nuovo laboratorio di chimica organica all'Istituto 'A.Volta'
Inaugurato il nuovo laboratorio di chimica organica all'Istituto 'A.Volta'
Viaggio nel mondo della sicurezza con l'Ispettorato del Lavoro di Alessandria
Viaggio nel mondo della sicurezza con l'Ispettorato del Lavoro di Alessandria
Da Osaka ad Alessandria
Da Osaka ad Alessandria
Bimbi in maschera e dolci sorprese per il Carnevale
Bimbi in maschera e dolci sorprese per il Carnevale
Carnevale al Cristo: le premiazioni
Carnevale al Cristo: le premiazioni
Carnevale al Cristo: la sfilata in corso Acqui
Carnevale al Cristo: la sfilata in corso Acqui
Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Case vuote, persone senza casa
Case vuote, persone senza casa