Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Alessandria

Cissaca: in arrivo 6,5 milioni di euro dal Comune. Trovato l'accordo per estinguere il debito

Entro 30 giorni la somma sarà versata nelle casse del Consorzio come accordo "tombale" che sana il debito di Palazzo Rosso, il quale si impegna anche a rispettare d'ora in poi ogni successiva scadenza per versare le proprie quote e a verificare la possibilità di aumentare la propria quota capitale
ALESSANDRIA - Alla fine, dopo mesi di trattative, l'accordo fra Comune di Alessandria e Cissaca è arrivato davvero, grazie a un'offerta migliorativa rispetto alla proposta della precedente Amministrazione, che si era "fermata" a 5 milioni e 667 mila euro, ritenuti però troppo pochi dall'assemblea dei sindaci. 

La Giunta guidata da Gianfranco Cuttica di Revigliasco ha presentato al Consorzio dei Servizi Socio Assistenziali una nuova offerta per sanare il debito che Palazzo Rosso ha accumulato con il Cissaca, pari a circa 9 milioni di euro, e sul quale si attendeva la sentenza di appello che risolvesse il contenzioso.

Ora non ce ne sarà più bisogno, perché la nuova offerta presentata, di 6,5 milioni di euro, è stata accettata (in data 26 ottobre) dall'assemblea dei sindaci facenti parte del Consorzio, e votata dalla Giunta il 2 novembre.

L'accordo è di tipo "tombale" e pone fine a ogni contenzioso, con il Cissaca che rinuncia a ogni ulteriore pretesa sul debito pregresso e il Comune che si impegna a versare la somma entro 30 giorni dalla stipula dell'accordo e a osservare con la massima attenzione d'ora in avanti il pagamento delle quote consortili e/o delle somme a qualunque titolo dovute, senza dilazioni o differimenti e a verificare la possibilità di aumento della propria quota capitaria, anche in relazione a progetti/obiettivi specifici. 

L'accordo consentirà al Cissaca di ottenere la liquidità economica necessaria per garantire la prosecuzione dei servizi che ha sempre erogato e di onorare a sua volta i debiti nei confronti delle cooperative, dei fornitori e dei creditori che da tempo aspettavano i proprio pagamenti. 


5/11/2017

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook


Dentro la Casa Circondariale: una prigione nel cuore della città (seconda parte)
Dentro la Casa Circondariale: una prigione nel cuore della città (seconda parte)
Dentro la Casa Circondariale: una prigione nel cuore della città
Dentro la Casa Circondariale: una prigione nel cuore della città
Gig Economy: il metodo d'indagine sulla provincia di Alessandria
Gig Economy: il metodo d'indagine sulla provincia di Alessandria
Gig Economy: la ricaduta dell'economia del lavoretto sugli alessandrini
Gig Economy: la ricaduta dell'economia del lavoretto sugli alessandrini
Alessandria-Robur Siena 1-1, le foto di Gianluca Ivaldi
Alessandria-Robur Siena 1-1, le foto di Gianluca Ivaldi
Festival Adelio Ferrero 2018, intervista a Roberto Lasagna e Barbara Rossi
Festival Adelio Ferrero 2018, intervista a Roberto Lasagna e Barbara Rossi
Festa a 4 zampe a Cascina Rosa
Festa a 4 zampe a Cascina Rosa
Operazione Borderline
Operazione Borderline
Alecomics 2018: i vostri scatti!
Alecomics 2018: i vostri scatti!
Alessandria-Genoa 0-4. Le foto di Gianluca Ivaldi
Alessandria-Genoa 0-4. Le foto di Gianluca Ivaldi