Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Alessandria

“Cinema, introspezione, empatia”, un percorso per conoscersi attraverso i film

Dal 3 maggio al Macallè cinque appuntamenti sul cinema come esperienza di condivisione, con una particolare attenzione agli aspetti culturali, psicologici e filosofici del rapporto tra lo spettatore e i film
ALESSANDRIA - Si terrà al cinema-teatro Macallè di Castelceriolo a partire dal 3 fino al 31 maggio Cinema, introspezione, empatia: corso-percorso per conoscersi attraverso i film, cinque appuntamenti serali, al mercoledi a partire dalle 21,15, in cui relatori e critici accompagneranno i presenti in un viaggio "dentro i film", per coglierne i molteplici aspetti espressivi alla luce di un rapporto empatico con lo spettatore e per introdurre allo sguardo introspettivo.

I film scelti per questa edizione sono I vitelloni di Federico Fellini (3 maggio), A hard day's night di Richard Lester con The Beatles (10 maggio), I cancelli del cielo - director's cut di Michael Cimino (17 maggio), Il maratoneta di John Schlesinger (24 maggio), Vertigine di Otto Preminger (31 maggio).  I critici Saverio Zumbo, Danilo Arona, Roberto Lasagna, Mathias Balbi e Barbara Rossi accompagneranno alla visione dei film. Gli incontri dureranno di media un'ora e quarantacinque minuti, durante i quali film saranno visti anche in singole sequenze, raccontati e commentati assieme. 

La tessera di partecipazione costa 47 euro (35 euro per gli iscritti al Circolo del Cinema Adelio Ferrero) ed è possibile prenotarsi con un sms al numero 339/6734547, con una email a segnali2006intrattenimenti@gmail.com oppure presentandosi qualche minuto prima dell'inizio del corso al Cineteatro Macallè in via Marsala 22 a Castelceriolo.

Al termine della partecipazione, durante la sera del 31 maggio, verrà lasciato un attestato di partecipazione.
È possibile partecipare ad un singolo incontro al costo di 10 euro (7 per gli iscritti al Circolo del Cinema Adelio Ferrero). Sono aperte le prenotazioni (il corso avrà un numero limitato di partecipanti, per cui è gradita la prenotazione).

Il corso si propone di appassionare e di introdurre allo sguardo interiore attraverso i film; saranno affrontati momenti significativi di opere importanti della cinematografia internazionale, per osservare il mondo attraverso le immagini, e tracciare i contorni di una memoria collettiva che si sovrappone e si intreccia a quella autobiografica. Coinvolgimento è la parola chiave del corso, che non si limiterà ad essere una panoramica di grandi film ma sarà un’occasione per affrontare insieme temi come introspezione ed empatia. Saranno forniti sussidi didattici e, durante la serata conclusiva, un attestato di partecipazione a cura delle Edizioni Falsopiano.
21/04/2017

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook


Sentiero 413: sul Monte Pracaban partendo dalle Capanne di Marcarolo
Sentiero 413: sul Monte Pracaban partendo dalle Capanne di Marcarolo
Sentiero 403: sul Monte Tobbio partendo da Voltaggio
Sentiero 403: sul Monte Tobbio partendo da Voltaggio
Sentiero 273: da Grondona a Persi attraversando la valle Spinti
Sentiero 273: da Grondona a Persi attraversando la valle Spinti
Sentiero 260: da Pertuso a Roccaforte attraversando la val Borbera
Sentiero 260: da Pertuso a Roccaforte attraversando la val Borbera
Salernitana-Alessandria, il dopo partita
Salernitana-Alessandria, il dopo partita
Sentiero 245: sul Monte Antola partendo dalla val Borbera
Sentiero 245: sul Monte Antola partendo dalla val Borbera
Sicurezza, immigrazione e disabilità: intervista all'assessore Alessandro Rolando
Sicurezza, immigrazione e disabilità: intervista all'assessore Alessandro Rolando
Piazze affollate per gli eventi dell'estate alessandrina
Piazze affollate per gli eventi dell'estate alessandrina
Monica Massone, il teatro e lo spettacolo Solo una vita
Monica Massone, il teatro e lo spettacolo Solo una vita
Riccardo Bellini e Benedetta Pallavidino, vincitori del premio Ferrero 2015, parlano della nuova edizione
Riccardo Bellini e Benedetta Pallavidino, vincitori del premio Ferrero 2015, parlano della nuova edizione