Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Alessandria

Castellazzo Soccorso: dopo il grido d'allarme, dal mondo politico l'impegno “per una soluzione”

Stanno arrivando le prime risposte dal mondo politico, con interrogazioni d'urgenza in Consiglio Regionale tanto dalla maggioranza (Ravetti PD), quanto dalla minoranza (Rossi FI) per trovare una soluzione alla situazione che sta vivendo una realtà associativa di volontariato come il Castellazzo Soccorso, dopo il grido di allarme arrivato dal presidente Barberis per lo stop al servizio, "con ambulanze ferme e 5 persone rimaste a casa"
 ALESSANDRIA - Lo stop del servizio è già iniziato, “con ambulanze ferme nei box e 5 persone licenziate”. Questo è il grido d'allarme lanciato dal presidente di Castellazzo Soccorso, Enrico Barberis. Che aveva fatto appello al mondo politico, per arrivare a salvare realtà associative di volontariato come quella alessandrina, visto che queste “sono le conseguenze di una delibera della Regione Piemonte per gli schemi di accordo per le attività del trasporto sanitario del periodo 2019-2022”.

E le risposte alla richiesta di aiuto stanno già arrivando: “sono intervenuto sul problema denunciato dal Presidente della Castellazzo Soccorso presentando un’interrogazione a risposta immediata, che verrà discussa martedì prossimo in Consiglio regionale, con la quale chiedo all’Assessore Saitta chiarimenti sull’applicazione della delibera” sono le parole del Presidente del Gruppo del Partito Democratico in Consiglio regionale Domenico Ravetti. “Apprendo da fonti giornalistiche che riportano le dichiarazioni del presidente della Castellazzo Soccorso, Enrico Barberis - ha proseguito Ravetti - che, nella Provincia di Alessandria, l’aggregazione tra la Croce Rossa e la Croce Verde sembrerebbe aver creato un monopolio che ha tagliato fuori tutte le altre realtà. Si tratterebbe di un fatto gravissimo in un momento in cui il nostro territorio versa in gravi condizioni occupazionali”. “Ho appreso anche che il presidente del Castellazzo Soccorso già il 28 dicembre si è rivolto ad un legale e ha anche segnalato il caso all’Autorità garante della concorrenza e del mercato. In attesa dell’esito di queste azioni, sul cui oggetto, per rispetto e competenze, non mi esprimo, mi sto impegnando per cercare una soluzione concreta e tempestiva”.

Stesso interessamento che arriva da una forza politica di opposizione in Consiglio Regionale: é il consigliere di Forza Italia Luca Rossi che ha presentato una interrogazione urgente in merito a dirsi “preoccupato per i criteri addottati dalla Giunta Chiamparino per assegnare l'attività di trasporto sanitario d'emergenza e urgenza inter-ospedaliero. Il rischio è che vengano tagliate fuori tante piccole realtà di volontariato che negli anni hanno garantito un servizio capillare e costruito sulla persona in tutto il Piemonte e in particolare in provincia di Alessandria dove le aree collinari e rurali sono numerose". Criteri molto stringenti, “escluderanno le associazioni di piccole dimensioni, dimostrando ancora una volta la scarsa attenzione da parte del centrosinistra. Credo che al centro delle valutazioni non può essere sottaciuto il numero di lavoratori del territorio coinvolti che operano in queste piccole realtà. Con l'interrogazione urgente che ho presentato, oltre a sollecitare una riflessione sulle criticità emerse, confido che la Giunta possa ancora correggere il tiro” ha concluso Rossi.

Ben più duri nel giudizio i consiglieri alessandrini del Movimento 5 Stelle Serra e Gentiluomo sostenuti dai candidati regionali, Sean Sacco e Sonia Fogagnolo. “La situazione paradossale che sta vivendo una realtà virtuosa come Castellazzo Soccorso, punto di riferimento del trasporto sanitario provinciale che rischia dopo trent'anni di chiudere i battenti, ci riempie di sdegno. Questa vicenda rappresenta l'emblema dei danni che può fare una politica superficiale e lontana anni luce dalle esigenze dei territori”. Il provvedimento ha consentito aggregazioni tra associazioni senza esplicitarne caratteristiche e limiti. “Una miopia che ha provocato l'esclusione di Castellazzo Soccorso da ogni servizio in convenzione con l'ospedale. Chi ha causato questa situazione incresciosa, che non riguarda soltanto la Onlus di Castellazzo, ha il dovere di mettere subito mano al provvedimento”, hanno aggiunto gli esponenti del Movimento 5 Stelle.

Ad essere più ottimista, in qualità di presidente provinciale dell'associazione di persone con disabilità, Fand, è Giovanni Barosini. “L’allarme lanciato dal Presidente di Castellazzo Soccorso Enrico Barberis ci preoccupa molto. Questa comunità conosce bene l’indispensabile e pregevolissimo servizio che da anni questa Onlus quotidianamente svolge; ebbene tale servizio deve continuare per il bene di tutti”. E prosegue: “Ho più volte richiesto personalmente, e continuò a farlo, al dr. Danilo Bono della Regione di garantire la massima trasparenza in ogni azione tecnico-amministrativa relativa alla questione. Sono certo che il buon senso prevarrà e non si rischierà di mettere a repentaglio l’operato meritorio e nobile di tantissimi volontari”.
31/01/2019

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook


Maurizio Landini alla Festa d'Aprile
Maurizio Landini alla Festa d'Aprile
Centri sportivi: dalla Giunta la proposta per la ricerca di un partner privato
Centri sportivi: dalla Giunta la proposta per la ricerca di un partner privato
Alessandria-Arezzo 2-3. Le foto di Gianluca Ivaldi
Alessandria-Arezzo 2-3. Le foto di Gianluca Ivaldi
Inaugurato il nuovo laboratorio di chimica organica all'Istituto 'A.Volta'
Inaugurato il nuovo laboratorio di chimica organica all'Istituto 'A.Volta'
Viaggio nel mondo della sicurezza con l'Ispettorato del Lavoro di Alessandria
Viaggio nel mondo della sicurezza con l'Ispettorato del Lavoro di Alessandria
Da Osaka ad Alessandria
Da Osaka ad Alessandria
Bimbi in maschera e dolci sorprese per il Carnevale
Bimbi in maschera e dolci sorprese per il Carnevale
Carnevale al Cristo: le premiazioni
Carnevale al Cristo: le premiazioni
Carnevale al Cristo: la sfilata in corso Acqui
Carnevale al Cristo: la sfilata in corso Acqui
Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani