Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Alessandria

Carcere: trovato ancora un telefonino nascosto

A renderlo noto è l'Organizzazione Sindacale Autonoma della Polizia Penitenziaria, che sottolinea per l'ennesima volta la grave carenza di personale e l'impossibilità, nonostante l'impegno, di garantire la piena sicurezza. Sono intanto ancora in corso le ricerche del detenuto evaso
ALESSANDRIA - Durante le operazioni di controllo eseguite dagli Agenti di Polizia Penitenziaria in servizio presso la Casa Reclusione di Alessandria San Michele, sabato 18 marzo, presso la sezione detentiva dedicata al trattamento avanzato, è stato rinvenuto un cellulare di dimensioni piccolissime (7 cm circa) con carta sim, perfettamente funzionante ed altrettanto perfettamente occultato dietro ad un termosifone situato nelle parti comuni. Nella medesima sezione sono ospitatii alcuni detenuti che fino a qualche giorno fa partecipavano al progetto "Amag Ambiente".

A denunciare l’episodio è il Segretario Generale dell’O.S.A.P.P . (Organizzazione Sindacale Autonoma Polizia Penitenziaria) Leo Beneduci che dichiara, per l’ennesima volta: "gli Agenti della Polizia Penitenziaria hanno fatto il proprio dovere dimostrando competenza e professionalità nell’interesse della sicurezza di tutta la collettività; non altrettanta competenza ed interesse nei confronti del carcere ravvisiamo da parte del Ministro della Giustizia e dei vertici dell’Amministrazione Penitenziaria del D.A.P. che lasciano le donne e gli uomini della Polizia Penitenziaria abbandonati a se stessi". Per il Segretario Generale Leo Beneduci, "servono interventi urgenti sul sistema delle carceri italiane e piemontesi, ormai connotati da profonda disorganizzazione a cui solo la professionalità degli agenti penitenziari riesce a mettere un argine nonostante l'assenza di uomini e mezzi".
18/03/2017

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook


Sentiero 403: sul Monte Tobbio partendo da Voltaggio
Sentiero 403: sul Monte Tobbio partendo da Voltaggio
Sentiero 273: da Grondona a Persi attraversando la valle Spinti
Sentiero 273: da Grondona a Persi attraversando la valle Spinti
Sentiero 260: da Pertuso a Roccaforte attraversando la val Borbera
Sentiero 260: da Pertuso a Roccaforte attraversando la val Borbera
Salernitana-Alessandria, il dopo partita
Salernitana-Alessandria, il dopo partita
Sentiero 245: sul Monte Antola partendo dalla val Borbera
Sentiero 245: sul Monte Antola partendo dalla val Borbera
Sentiero 200: sul Monte Giarolo partendo dalla val Borbera
Sentiero 200: sul Monte Giarolo partendo dalla val Borbera
Sicurezza, immigrazione e disabilità: intervista all'assessore Alessandro Rolando
Sicurezza, immigrazione e disabilità: intervista all'assessore Alessandro Rolando
Piazze affollate per gli eventi dell'estate alessandrina
Piazze affollate per gli eventi dell'estate alessandrina
Monica Massone, il teatro e lo spettacolo Solo una vita
Monica Massone, il teatro e lo spettacolo Solo una vita
Riccardo Bellini e Benedetta Pallavidino, vincitori del premio Ferrero 2015, parlano della nuova edizione
Riccardo Bellini e Benedetta Pallavidino, vincitori del premio Ferrero 2015, parlano della nuova edizione