Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Alessandria

Burocrazia e noiosi contro il 'nuovo Mephisto'. Così la movida è una chimera

Impresa ardua trovare un locale adatto per far musica dal vivo ad Alessandria. Sia la burocrazia sia i 'vicini' ci mettono lo zampino. Ma non la volevamo questa benedetta vita notturna per portare gente in città? "Far musica live è da coraggiosi, ma ti fanno scappare la voglia..."
 ALESSANDRIA - Lo storico Mephisto ha (ri)chiuso i battenti ai fans del metal e dell'hard rock e già si (ri)palra di una sua nuova apertura. Non più a Lu, luogo natio di uno dei locali di musica live più importanti di tutta la provincia di Alessandria, e non con lo stesso nome. 

Dare ad Alessandria un locale di musica dal vivo è quasi un dovere culturale”, scherza Simone Lumina, l'ultimo gestore del Mephisto “che sta già selezionando alcune location in città.

E qui iniziano i grattacapi. Perché dove finisce la lunga, intricata burocrazia inizia la diffidenza dei 'vicini' di avere un locale notturno in cui si suona e si fa – nei limiti – casino.

“Nell'immaginario collettivo  chi vive il mondo della notte e in particolare gli amanti del metal sono brutti e cattivi, ma invece posso testimoniare che sono un pubblico meraviglioso. Solo che se incominciano gli esposti di chi si sente minacciato o soffre d'insonnia non vivi più..”. e allora appena vengono a sapere che in quel capannone ci vuoi fare un locale del genere, ecco che incominciano a storcere il naso.

Alessandria non è un paese per giovani, con buona pace di chi sogna la 'movida' di locali in centro o vicino al Tanaro, come una mini Torino. Poi però nessuno li tollera questi locali e al primo schiamazzo si chiamano i vigili. 

Cercasi quindi una struttura lontana dai centri abitati, con ampio posteggio. “Ma se si superano i 200 mq scattano altre normative che fanno scappare la voglia... far musica dal vivo è a coraggiosi, non si vive di quello. Se si aggiungono tanti paletti e investimenti è un bagno di sangue”.

Nonostante la burocrazia la voglia a Lumina non è ancora scappata, anzi: “Vogliamo continuare a proporre musica e a coltivare questa passione, ma senza farci troppo male”, chiosa. 'Missione', ma fino ad un certo punto.
8/02/2018

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook


Ponte Morandi: le drammatiche immagini dopo il crollo
Ponte Morandi: le drammatiche immagini dopo il crollo
Incendio alle Capanne di Marcarolo: le operazioni dei Vigili del Fuoco
Incendio alle Capanne di Marcarolo: le operazioni dei Vigili del Fuoco
Tim Cup: Alessandria-Giana Erminio 0-1 Le foto di Gianluca Ivaldi
Tim Cup: Alessandria-Giana Erminio 0-1 Le foto di Gianluca Ivaldi
Centauri 2018: primo gruppo
Centauri 2018: primo gruppo
Inaugurazione nuovo show-room Citro?n Grandi Auto
Inaugurazione nuovo show-room Citro?n Grandi Auto
Mense: presidio sotto palazzo Rosso di lavoratori e sindacati
Mense: presidio sotto palazzo Rosso di lavoratori e sindacati
Inaugurato il progetto Lara: gli amici a 4 zampe entrano in Ospedale
Inaugurato il progetto Lara: gli amici a 4 zampe entrano in Ospedale
Uno sguardo al futuro: undici artisti indagano sul nostro domani
Uno sguardo al futuro: undici artisti indagano sul nostro domani
Inaugurato il nuovo Centro Giovani ai Giardini Pittaluga
Inaugurato il nuovo Centro Giovani ai Giardini Pittaluga
Operazione Black and White dei Carabinieri contro il capolarato
Operazione Black and White dei Carabinieri contro il capolarato