Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Alessandria

Brindisi alla Casa di Quartiere, aspettando la Liberazione

Come da tradizione ad Alessandria si festeggia il 25 aprile con una festa e brindisi di mezzanotte. Non mancheranno le cerimonie ufficiali e i discorsi istituzionali sul palco. Scacchi, volley, musica e libri dal 21 al 28 aprile.
ALESSANDRIA - "Terra di antiche tradizioni di libertà, fedele alle sue glorie civili e sociali, le popolazioni dell’alessandrino, dopo l’armistizio dell’8 settembre 1943, opposero una strenua resistenza alle forze germaniche di occupazione.In una provincia come quella di Alessandria". Così era l'incipit nel 1996 del decreto del Presidente della Repubblica che insigniva alla Provincia di Alessandria la medaglia la valore per la lotta partigiana (il testo completo verrà letto durate la cerimonia ufficiale). Per questo la ricorrenza del 25 aprile è molto sentita e celebrata da anni con eventi e momenti di sensibilizzazione, per rendere attuale la memoria e i valori che hanno portato i nostri nonni a ribellarsi e a portare un po' di democrazia in Italia. 
La 72esima "Festa d’Aprile” si divide come sempre in due parti, quella più di prammatica con la deposizione delle corone alle lapidi e ai sacrari (al Cimitero e in Cittadella, dalle 9), e quella più cultural-sociale, con incontri pubblici e momenti anche di svago.

La cerimonia ufficiale di martedì 25, con il picchetto d'onore e con le orazioni in memoria, è come sempre presso il monumento ai caduti ai giardini della stazione di Alessandria, verso le 11, dopo la messa in Cattedrale, al termine della quale, in suffragio dei Partigiani caduti (nella Sala del Capitolo della Cattedrale) verrà data lettura del testo, firmato in quel luogo, della dichiarazione di resa delle forze armate tedesche e repubblichine di Alessandria. Dopodiché il corteo istituzionale si recherà in corso Cimea per la cerimonia. Interverranno: Pasquale Cinefra, Presidente Onorario A.N.P.I. Alessandria, Maria Rita Rossa, Sindaco e Presidente della Provincia, la prof.ssa Maria Luisa Bianco, Ordinario di Sociologia all’Università Piemonte Orientale.

In tutta la provincia si festeggerà la Liberazione, dal 21 al 28 aprile, con vari momenti promossi principalmente dall'ISRAL e dall'ANPI. E proprio alla sede dell'associazione partigiani, in via Verona 17, alle 21 del 21 si inizia con un torneo di scacchi; domenica 23 alle 9, al Palazzetto di Sale: Torneo di Pallavolo “66° Torneo Martiri della Libertà”; sempre domenica, ma a Campo Ligure, incontro pubblico al palazzetto su “Inclusione e diritti verso una nuova Liberazione!”, ricordando Dino e Don Andrea Gallo. Saranno presenti Carla Nespolo (Vicepresidente Nazionale ANPI) e Maurizio Landini (Segretario Generale FIOM-CGIL).

Lunedì 24 aprile alla Casa di Quartiere, via Verona 116, Alessandria si aspetta la mezzanote per il brindisi, con vari eventi. Alle 18 presentazione del libro “Acqua, gocce di vita e di libertà” con Mauro Bressan (Amministratore Delegato AMAG), Carla Nespolo (Presidente ISRAL) e Andrea Villa (coautore). Doo il buffet, alle 22 Carlo Pestelli & LastanzadiGreta nel concerto “Nuovo canzoniere della Resistenza”, fino alle 24 per il brindisi alla Resistenza. Mercoledì 26 aprile (10-13) al Teatro Alessandrino: "Cinema e storie: inquietudini e speranze della scena contemporanea. Quinta edizione - Una mattina con lo storico Eric Gobetti, regista di “Partizani. La Resistenza italiana in Montenegro”. Vnerdì 28 aprile: Teatro Ambra – DLF, Viale Brigate Ravenna 8, Alessandria dalle 9,30: Festival Pop della Resistenza - Ragazze coraggio a cura di Gian Piero Alloisio. Alle 11.30: Corteo per raggiungere la Sala Capitolare del Duomo di Alessandria dove venne firmato l’atto di resa.
 

21/04/2017

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook


Sentiero 403: sul Monte Tobbio partendo da Voltaggio
Sentiero 403: sul Monte Tobbio partendo da Voltaggio
Sentiero 273: da Grondona a Persi attraversando la valle Spinti
Sentiero 273: da Grondona a Persi attraversando la valle Spinti
Sentiero 260: da Pertuso a Roccaforte attraversando la val Borbera
Sentiero 260: da Pertuso a Roccaforte attraversando la val Borbera
Salernitana-Alessandria, il dopo partita
Salernitana-Alessandria, il dopo partita
Sentiero 245: sul Monte Antola partendo dalla val Borbera
Sentiero 245: sul Monte Antola partendo dalla val Borbera
Sentiero 200: sul Monte Giarolo partendo dalla val Borbera
Sentiero 200: sul Monte Giarolo partendo dalla val Borbera
Sicurezza, immigrazione e disabilità: intervista all'assessore Alessandro Rolando
Sicurezza, immigrazione e disabilità: intervista all'assessore Alessandro Rolando
Piazze affollate per gli eventi dell'estate alessandrina
Piazze affollate per gli eventi dell'estate alessandrina
Monica Massone, il teatro e lo spettacolo Solo una vita
Monica Massone, il teatro e lo spettacolo Solo una vita
Riccardo Bellini e Benedetta Pallavidino, vincitori del premio Ferrero 2015, parlano della nuova edizione
Riccardo Bellini e Benedetta Pallavidino, vincitori del premio Ferrero 2015, parlano della nuova edizione