Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Alessandria

Barriere architettoniche a "Casa Signorelli"? "Rampa mobile provvisoria, in attesa del dehor"

La polemica esplode in commissione Sviluppo del Territorio. E' il consigliere Paolo Berta a far notare come un "locale come quello appena aperto da Rovida Signorelli in piazza Libertà angolo via dei Martiri non abbia una rampa di accesso per disabili in nessuno dei due ingressi". Ma dal nuovo locale spiegano: "Siamo in regola con la legge. Per ora c'è la pedana mobile. In attesa del dehor che avrà due rampe con accesso diretto all'interno"
 ALESSANDRIA - “E' stato fatto un grosso investimento e questo è apprezzabile. Ma è possibile che il nuovo locale di Rovida Signorelli aperto in piazza della Libertà angolo via dei Martiri su due ingressi non ne abbia uno per le persone con disabilità?”. Queste sono le parole che hanno fatto esplodere la polemica – dopo quella dei giorni scorsi sulla viabilità della piazza – in commissione da parte del capogruppo del Partito Democratico Paolo Berta.

Che ha raccontato come abbia cercato durante il periodo dei lavori di interloquire con il progettista di “Casa Signorelli” che gli aveva dato garanzia, “visti anche gli obblighi di legge a livello nazionale che obbligano ad accessibilità per tutti nei nuovi locali o in quelli di nuova ristrutturazione (Legge 5 febbraio 1992, n. 104 "Legge-quadro per l'assistenza, l'integrazione sociale e i diritti delle persone handicappate”). “Non ci si capacità del fatto che con gli investimenti su un locale così di lusso, ci sia una rampa mobile che un cameriere (quando ha tempo) viene a posizionare all'ingresso previa chiamata suonando un campanello fuori...che se un disabile non ci arriva o non è accompagnato, deve aspettare nel buon gesto di un passante”.

In commissione Sviluppo e Territorio il presidente Bovone, da commerciante, ha sostenuto il discorso di Berta, ricordando come “nel mio negozio in via San Lorenzo per poter rendere accessibile l'ingresso ho fatto lavori addirittura arretrando la pavimentazione per il saliscendi”. A provare a capire il perché di queste scelte da parte del nuovo esercizio commerciale di Rovida e Signorelli (che comunque sono in regola con quanto concesso e reso obbligatorio dalla Legge, ndr) è il capogruppo del Movimento 5 Stelle, Michelangelo Serra, che di mestiere fa l'architetto. “Intanto in un ingresso c'è un tombino di areazione per la presenza di locali cantina interrati. In questo caso per norma bisogna lasciare libera la griglia di avere areazione e quindi si utilizzano pedane mobili”. Inoltre in altri casi, anzi in molti in diversi negozi della città, “ci sono i dislivelli ad ingresso che sono difficili da superare con uno 'spostamento' più all'interno del pavimento per la presenza di travi portanti in cemento armato alla base”.

Quello che stupisce di più Paolo Berta è la scelta “visto che il negozio di Rovida Signorelli di piazza Garibaldi è invece accessibile a tutti. Anzi è stato tra i primi a permettere l'accesso ai disabili anche nel dehor sotto i portici”.

Ma questa sembra essere la spiegazione che alleggerisce e mitiga un po' la polemica, che arriva direttamente dal responsabile commerciale del nuovo bar “Casa Signorelli”. “Con la pedana mobile e il campanello noi siamo in regola con quanto previsto per legge. E comunque per ora è una soluzione provvisoria in attesa che si definiscano i permessi per un dehor (che deve essere amovibile per quando ci sono manifestazioni e serve quindi l'ingresso in via dei Martiri) che avrà due rampe di accesso ai lati e che congiungerà quindi direttamente all'interno del locale, accessibile a tutti”. Non sarà bloccato il marciapiede e quindi il transito dei pedoni che potranno “superare” questo saliscendi camminandoci sopra e inoltre sarà realizzato alla stessa altezza di piano stradale del locale. “Speravamo già nei prossimi giorni....ma sono stati giorni davvero intensi e pieni (vista l'apertura da poco, ndr) e quindi siamo rimasti un po' indietro”. Ma il dehor arriverà a breve....e sarà strutturato per essere utilizzato non solo nella stagione estiva ma anche in quella invernale.
25/04/2018

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook


Dentro la Casa Circondariale: una prigione nel cuore della città
Dentro la Casa Circondariale: una prigione nel cuore della città
Alessandria-Robur Siena 1-1, le foto di Gianluca Ivaldi
Alessandria-Robur Siena 1-1, le foto di Gianluca Ivaldi
Festival Adelio Ferrero 2018, intervista a Roberto Lasagna e Barbara Rossi
Festival Adelio Ferrero 2018, intervista a Roberto Lasagna e Barbara Rossi
La Notte dei Ricercatori 2018
La Notte dei Ricercatori 2018
Festa a 4 zampe a Cascina Rosa
Festa a 4 zampe a Cascina Rosa
Operazione Borderline
Operazione Borderline
Alecomics 2018: i vostri scatti!
Alecomics 2018: i vostri scatti!
Per un'Europa senza muri: presidio e corteo per una cultura dell'accoglienza e dell'integrazione
Per un'Europa senza muri: presidio e corteo per una cultura dell'accoglienza e dell'integrazione
Alessandria-Genoa 0-4. Le foto di Gianluca Ivaldi
Alessandria-Genoa 0-4. Le foto di Gianluca Ivaldi
Maltrattamenti e insulti in una scuola dell'infanzia: il video che incastra le due maestre
Maltrattamenti e insulti in una scuola dell'infanzia: il video che incastra le due maestre