Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Alessandria

Nuovi paletti per l'assegnazione degli alloggi popolari? Intanto ci sono i soldi dalla Regione

Un'ordine del giorno proposto dal presidente della Lega Nord, Pavanello, per inserire anche ad Alessandria i nuovi paletti della Regione Piemonte in materia di assegnazione alloggi di edilizia popolare. Intanto sul bilancio per gli anni 2018 e 2019 arrivano gli oltre 2 milioni per i lavori sulle case popolari di via Norberto Rosa, che saranno eseguiti dall'Atc
 ALESSANDRIA - Tra i primi annunci della Lega Nord, che amministra Palazzo Rosso da questa primavera con la giunta Cuttica, c'era stato quello sui nuovi criteri e punteggi per le assegnazioni delle case popolari. “Premiati i cittadini che vivono qui almeno da 5, 10 e 15 anni": una promessa mantenuta visto che queste modifiche all'interno del Regolamento comunale per l'assegnazione di alloggi di edilizia sociale di riserva per le emergenze abitative sarà portato in discussione in commissione congiunta Politiche sociali e Affari Istituzionali domani, 14 novembre. Restano invece validi tutti gli altri criteri già presenti oggi, come la presenza di più minori a carico o di persone con disabilità, ad esempio.

E non è tutto, perché il Carroccio punta a criteri sempre più stringenti, che vadano a tutela delle sempre più numerose famiglie italiane in difficoltà (prima di quelle straniere). Durante l'ultimo consiglio comunale di martedì 7 novembre il presidente del gruppo consiliare della Lega Nord, Evaldo Pavanello ha proposto un ordine del giorno per inserire nel Regolamento “nuovi paletti”, dando seguito a quanto emerso in Consiglio Regionale, con le modifiche apportate alla Legge Regionale in materia di edilizia sociale. Il piano Piemontese inserisce infatti nuovi criteri per chi vuole presentare domanda per una casa popolare: “non bisogna essere titolari di diritti di proprietà o usufrutto di altri immobili sul territorio nazionale e nemmeno all'Estero” e anche “non essere titolari di beni immobili di un valore superiore ai 25 mila euro”.
Su questa proposta è arrivato il no secco del Movimento 5 Stelle e della minoranza Pd. Due gli astenuti: De Marte del Gruppo Misto e Falleti dei Moderati. Approvata invece da tutte le forze politiche di maggioranza.

In materia però di edilizia popolare dalla Regione arriva anche una buona notizia: come era già stato annunciato dall'attuale minoranza del Partito Democratico che ha presentato il progetto nel 2015, durante l'amministrazione Rossa, la Regione ha destinato ad Alessandria 2 milioni e mezzo di euro per i lavori sugli alloggi popolari di via Norberto Rosa e via della Santa. Questi soldi sono stati quindi inseriti nella “variazioni di bilancio” con questa suddivisione: entrate di 944 mila euro per il 2018 e di 1 milione 586 mila euro per il 2019. Che si trasformano in “uscite” per le stesse somme perché i lavori saranno seguiti dall'Agenzia Territoriale per la Casa (Atc) alla quali saranno quindi trasferiti.
13/11/2017

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook


I Grigi tornano a casa con una serata di gala
I Grigi tornano a casa con una serata di gala
Lucchese-Alessandria, il dopo gara
Lucchese-Alessandria, il dopo gara
Alessandria-Olbia, le foto di Gianluca Ivaldi
Alessandria-Olbia, le foto di Gianluca Ivaldi
Comitato Alluvionati al Palazzo Lascaris
Comitato Alluvionati al Palazzo Lascaris
Il Comitato in partenza per la manifestazione
Il Comitato in partenza per la manifestazione
Il Comitato alluvionati a Palazzo Lascaris
Il Comitato alluvionati a Palazzo Lascaris
Fulmine colpisce un albero davanti all'ospedale
Fulmine colpisce un albero davanti all'ospedale
Bestiario della Cittadella
Bestiario della Cittadella
Giana Erminio-Alessandria 2-2. Il dopo partita
Giana Erminio-Alessandria 2-2. Il dopo partita
Alessandria-Pisa 0-2. Il dopo partita
Alessandria-Pisa 0-2. Il dopo partita